Proprietà residenziali: offerta insufficiente nei grandi agglomerati urbani

Articolo dal 09.02.2022
Home

Persiste lo spostamento della domanda verso abitazioni più grandi e tendenzialmente in zone rurali causato dalla pandemia. È tuttavia probabile che sia un trend destinato a non durare. Problematica è soprattutto la scarsità dell’offerta di proprietà residenziali nei grandi agglomerati urbani.

 

In campo immobiliare, la pandemia dovuta al coronavirus ha causato un aumento della domanda di abitazioni più grandi e tendenzialmente in zone rurali. Come mostrano le analisi della società di consulenza e ricerca FPRE, nel 2021 i prezzi degli immobili residenziali hanno registrato un incremento complessivo del 3,7% a livello svizzero, con prezzi in aumento in tutte le regioni. Inoltre, l’Ufficio federale delle abitazioni (UFAB) ha fatto notare che attualmente sono molto richiesti gli appartamenti di dimensioni maggiori, con balcone, un’area esterna e una stanza aggiuntiva, cioè offerte che si trovano più facilmente in campagna che in città.

 

Anche RE/MAX, che in Svizzera è presente con ca. 250 agenti immobiliari e quindi conosce bene le situazioni a livello locale, registra uno spostamento della domanda verso abitazioni più grandi e tendenzialmente in zone rurali a causa della pandemia. Tuttavia, RE/MAX ritiene che la maggiore popolarità della campagna sia di natura temporanea: «Si tratta di una controtendenza a breve termine perché la densificazione dei centri urbani resta il mandato politico», spiega Rainer Jöhl, CEO di RE/MAX.

 

«La vittima è la classe media»

RE/MAX nota però che non sempre si costruisce laddove esiste una domanda: «Purtroppo, proprio nei grandi agglomerati urbani, non viene generata alcuna offerta di proprietà residenziali. Le grandi cooperative edilizie si aggiudicano gli appalti per i complessi residenziali in affitto e ciò che arriva sul mercato delle compravendite viene acquistato da privati facoltosi come investimento sicuro e poi affittato. Per chi vive in città, la regola è evidentemente: ‘acquistate ciò che riuscite a trovare’», spiega Rainer Jöhl.

 

RE/MAX è dell’opinione che si tratti di un’evoluzione problematica: «Si tratta di capire se i politici si siano resi conto della criticità della situazione, perché la vittima di questa politica è la classe media, cioè le famiglie normali senza un patrimonio ereditario o un reddito da lavoro superiore alla media», afferma Rainer Jöhl.

 

La scarsità dell’offerta, i tassi di interesse bassi, la crisi degli investimenti e la crescita della popolazione fanno sì che la forbice tra la sostenibilità economica della proprietà residenziale e i prezzi di vendita effettivamente realizzati sia sempre più ampia. È una «bolla immobiliare» che persiste da 10 anni e sta diventando sempre più grande. Rainer Jöhl teme che questa situazione perdurerà anche in caso di tassi di interesse in leggera crescita. Per le persone, la possibilità di abitare tra le proprie quattro mura è molto importante.

 

Il professionista immobiliare della porta accanto

Per avere successo in questo mercato estremamente complesso, le conoscenze teoriche non bastano. Gli esperti immobiliari RE/MAX hanno un ottimo radicamento a livello regionale e sono quindi in grado di reagire rapidamente e sorprendere sempre i loro clienti con qualche «dritta». Il fatto che, grazie alla forte domanda, sempre più immobili trovano un nuovo acquirente nelle grandi reti di agenti, è una realtà anche alla RE/MAX. Gli agenti immobiliari RE/MAX conoscono bene le peculiarità del mercato immobiliare locale e lavorano a stretto contatto con gli uffici RE/MAX organizzati su base regionale.

 

Negli ultimi cinque anni RE/MAX si è sviluppata, diventando una rete di agenti immobiliari di alto livello qualitativo. Una volta all’anno RE/MAX assegna premi in base al giro d’affari, onorando così le prestazioni della propria rete di vendita.

 

Nel 2021, l’ufficio The RE/MAX Collection Immobiliare di Ascona è risultato il migliore dell’intera rete. Anche il team di maggior successo proviene dal Canton Ticino ed è il “Team Volker Nies” della RE/MAX Immobiliare di Lugano. Thomas Wegmüller, della RE/MAX Collection Immobilien di Klosters, si è invece aggiudicato il premio individuale per il miglior agente del 2021.

 

Vuoi saperne di più su questo argomento? Allora contatta un ufficio nella tua regione oggi stesso: Trova un ufficio ora

 

Condividi su